My family

My family
Queste sono le mie gioie ma anche un bell'impegno!

martedì 28 febbraio 2012

A proposito di .......Noi

 Quante volte ho incontrato persone che mi chiedono: 'ma come fai?'. 
Generalmente le più curiose sono mamme, sui 30 anni con 1 o al massimo 2 figli. Le vedo sempre trafelate, si dicono stanche, esauste per un tram-tram quotidiano che si ripete da anni sempre uguale (specie se bis-mamme), se poi lavorano allora sono anche stressate, poco soddisfatte se non addirittura demotivate! 
Questa fatidica domanda arriva prima o poi, magari non subito, dopo qualche ora o qualche incontro (nel caso di attività settimanali dei figli). Ma state sicuri che arriva sempre! Spesso è accompagnata da qualche considerazione del tipo: come fai ad avere sempre il sorriso, o ad essere così serena e calma(?). 
Ormai adotto diverse strategie di risposta. Se la persona che ho di fronte è autoironica, del tipo simpatico e affabile allora rispondo che ci vuole una bella organizzazione ma si può fare tutto e magari mi dilungo su qualche esempio di vita pratica. Se invece è una mamma stressata, che ,magari vuole solo giudicarmi per aver dato la vita a queste 4 creature, spesso ribatto che la vita con 2 figli era troppo monotona e semplice e che è stato bello essermela complicata un pò! E che averne due è una passeggiata, così se non si era sentita una m...a forse ora è sulla strada.
Ammetto comunque che non sia semplice moltiplicare tutto per 4, riunioni, visite mediche, attenzioni, compleanni e feste in genere, attività extrascolastiche e compiti. Pare che sopravvivo. In fondo ancora non mi hanno ricoverata in psichiatria (anche se mio marito pensa ogni tanto che quello sarebbe il mio posto).
Ci vuole tanta organizzazione, buon senso e una buona dose di pazienza. Come faccio?
Mi alzo presto al mattino: sveglia alle 6.30. Ho veramente sentito di peggio perciò mi ritengo fortunata. Mezz'ora è per me, senza nessuno tra i piedi, in cui penso a me e a come organizzare la casa e la giornata. Spesso stendo la biancheria bagnata, svuoto la lavastoviglie, piego vestiti asciutti, etc...Alle 7 arriva la sveglia per i bimbi, che ovviamente si alzerebbero verso le 11 potendo. Ci vuole un pò per convincerli ad alzarsi specie se li attende la scuola. La mattina è un'impresa tanto quanto la sera per metterli a dormire. Ma ho le mie astuzie. A volte minaccio, a volte ricompenso, a volte concedo un cartone animato prima di colazione. Poi si vestono e via a scuola. Sono ormai le 8 e 30. 
Stanno a scuola fino alle 16 dal lunedì al venerdì. Per cui ho diverse ore di libertà per andare in piscina, fare la spesa, riordinare, stirare, cucinare per pranzo e cena, leggere la posta elettronica, consultare i siti preferiti con blogger e scrivere un post. Una signora delle pulizie viene a rincorrere i gatti (di polvere) 2 volte a settimana: soldi davvero spesi bene!
Mio marito è un'incognita, a secoda dei turni può essere a casa oppure no. Si pranza insieme se possibile oppure pranzo veloce solo per me. Si sono fatte le 14. Riposo di almeno mezz'ora per ricaricare le energie, poi leggo, guardo diversi serial in inglese (attività che adoro), vago in rete. 
Ore 15.45 volo a riprendere i pupi e da ora in poi sono/siamo tutti per loro. Nel pomeriggio sono programmate tante attività che coinvologono anche la nonna e il papà, se possibile. Lunedì danza per figlia 2 detta la Regina (7 anni); martedì inglese per figlia 3 detta Peggy (5 anni), scacchi per figlio 1 detto il Campione (9); mercoledì piscina per tutti; giovedì inglese per figlia 2; venerdì inglese per figli 1 e 4 (la nana o polpetta di 3 anni), uncinetto per figlia 2; sabato catechismo per figli 1 e 2 e piscina per 3 e 4. Sabato mattina e domenica liberi. Quando il figlio di turno è impegnato in attività rimango con quelli a casa o viceversa la nonna o mio marito.
Si fanno le 19 ed è ora di cena. Tutti collaborano: chi apparecchia, chi sparecchia, chi cucina e chi spazza. Si cena presto per arrivare al momento nanna ad un'ora accettabile, quando sono comunque tutti già stanchi ma non collassati. Prima della nanna leggo/leggiamo una fiaba con ciascuno di loro, in base all'età perchè ovviamente il Campione di 9 anni è stanco di sentire Cenerentola per la millesima volte (io pure!). Poi tutti a letto a luce spenta, senza storie, faccio anche la voce alta se necessario. Entro le 21.30 tutti dormono come ghiri, non occorre dirlo io e il padre no! Finirò verso mezzanotte tra lavastoviglie e lavatrici da caricare, vestiti da mettere per l'indomani compresi i grembiuli che odio ma che si ostinano ad esigere a scuola, lettura o qualcosa di interessante in televisione (per intenderci di rado) che mi consente di passare qualche momento insieme a mio marito in tranquillità. Io mi spengo a mezzanotte, lui molto più tardi. 
I bimbi dormono benissimo nel loro letto senza bisogno di salti mortali per addormentarli, faticose sveglie notturne per consolarli, cosleeping a cui non ho mai creduto e che mi toglierebbe la serenità delle mie 6 ore di sonno. 
In fondo si fa. No? E allora non guardate me e tutte le altre mamme (di famiglie) numerose come marziane. O forse il problema è che spaventiamo?

3 commenti:

  1. Caspita che organizzazione! Ti invidio, sai, soprattutto perchè riesci a stare sveglia fino a mezzanotte! Io crollo molto prima e arranco parecchio con "soli" 3 figli, forse perchè la mia più piccola ha 7 mesi e mezzo e non mi fa concludere molto durante il giorno. Mi chiedevo... ma la mezz'ora di mattina in cui sei da sola, tra le 6.30 e le 7.00, tra un panno da stendere e uno da piegare, riesci per caso anche a fare una ricca colazione? Sarà che io se non mangio appena alzata non riesco a fare niente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, penso che anche tu sia organizzata e certamente con una pupa baby (e terza) non è facile fare quel milione di cose che hai in mente. Specie se poi hai anche un lavoro fuori casa.
      Se ripenso a quando la mia polpetta era più piccola mi viene 'l'angoscia', nel senso che tutto ruotava attorno ai suoi bisogni e l'organizzazione doveva essere flessibile e dinamica. Ora che ha tre anni e va alla scuola materna ci siamo regolarizzati. Perciò tieni duro, è questione di tempo e riuscirai a viverla più serenamente. Certo mezz'ora per me non è molto la mattina e di solito non riesco a fare tutto e tutto insieme. La colazione non è il mio forte: spesso la consumo in piedi mentre preparo quella dei pupi oppure la termino insieme a loro. Mi vesto velocemente mentre loro fanno lo stesso e per uscire sono quasi prentabile. Queste sono le mie pecche.

      Elimina
  2. Grazie per l'incoraggiamento! Mi serve proprio, visto che tra 17 giorni rientro a lavoro. Io, non solo, se non mangio non inizio bene la giornata, ma non esco senza un po' di trucco: questo è un mio vezzo... Buona giornata!

    RispondiElimina